Barack Obama, ex presidente degli Stati Uniti, visita il Duomo di Milano e passeggia tra le sue guglie

22 Maggio Mag 2017 0938 one year ago
President Obama


Lunedì 8 maggio 2017 l’ex Presidente degli Stati Uniti d’America, Barack Obama, ha trascorso una giornata intera a Milano, visitando i luoghi chiave di interesse storico- culturale della città, dedicando particolare attenzione al Duomo, emblema di Milano nel mondo.
La presenza dell’ex Presidente Statunitense presso il Duomo e la sensibilità e attenzione da lui mostrata verso la Cattedrale è sintomo positivo del legame tra Milano e New York, unite dal 2014 dalla nascita di International Patrons of Duomo di Milano.
Come charity americana ci impegniamo, infatti, a diffondere il messaggio del Duomo e i suoi bisogni anche negli Stati Uniti, cercando un sostengo il più ampio possibile, per permettere al simbolo di Milano di durare e di essere preservato nei secoli.
Ad accogliere il Presidente Obama prima della sua visita è stato il Monsignor Gianantonio Borgonovo, in qualità di Arciprete del Duomo di Milano e Presidente della Veneranda Fabbrica.
Il Presidente Obama ha visitato l’intera Cattedrale, dall’Altare Maggiore, incorniciato dalle colorate vetrate dipinte dell’abside, incoronate dal Sol Justitiae, emblema dei Visconti, passando per la Cappella Iemale, con la sua volta affrescata da stucchi cinquecenteschi, fino alle Terrazze incastonate tra le alte Guglie, le cui decorazioni scultoree fanno dell’architettura del Duomo la massima espressione del gotico internazionale.
In occasione della visita è stato donato a Barack Obama Il Duomo di Milano e la Liturgia Ambrosiana, volume bilingue curato da Mons. Marco Navoni e un Cucù Duomo di colore bianco.
Quest’ultimo omaggio, ispirato al profilo del Duomo e alle sue straordinarie guglie, è stato realizzato in esclusiva da Diamantini & Domeniconi, azienda italiana che dal 2014 collabora al progetto di raccolta fondi “Adotta una Guglia: scolpisci il tuo nome nella storia”, a sostegno dei restauri della Cattedrale, insieme alla Veneranda Fabbrica. 

News

Social